Il più piccolo teatro del mondo

teatro più piccolo d'italia

Quando viaggiamo, siamo sempre alla ricerca di quel posto speciale, unico, che è solo dove siamo noi. Un luogo o un’esperienza unica che non hai messo nella tua bucket list di viaggio, ma che ha finito per essere qualcosa (o una di esse) che non dimenticherai al tuo ritorno a casa. il teatro più piccolo d’italia è più o meno la stessa sensazione. 

L’Umbria nel suo complesso ha questa specialità; è una delle regioni meno visitate d’Italia, ma come abbiamo scritto qui su Itanari, è piena di gemme nascoste, e se decidi di visitarla ed esplorare la sua incredibile natura, l’affascinante storia e la vibrante cultura, non avrai più tempo. Uno dei teatri più piccoli del mondo (Teatro della Concordia) a Montecastello di Vibo.

La piccola città di Monta Castello di Vibo è uno dei tanti villaggi che rappresentano la Valle del Tevere nel sud della regione. La città ha un aspetto medievale, specialmente le case in pietra e le strade tipiche della zona umbra, ed è circondata da verdi colline basse e campi fertili. Il Teatro della Concordia è il monumento più importante della città, data la sua storia e la sua importanza per il comune.

Questo teatro fu costruito a spese di nove famiglie importanti della città (“la cortesia non si misura in volumi o metri…”, come si diceva all’epoca) e cominciò a funzionare nel 1808. Nel XIX secolo divenne il centro culturale della zona e fu decorato con affreschi del pittore Luigi Agretti. Il teatro ha tutte le caratteristiche di un classico teatro italiano: una pianta a campana (o “Goldoni”), palchi, affreschi sulle pareti del vestibolo e del foyer, camerini, scenografie, una sala conferenze, una scala, una hall e un botteghino: tutto in meno di centocinquanta metri quadrati per novantanove fortunati avventori. Il teatro è stato chiuso per un periodo nel XX secolo, ma ha riaperto nel 1993 dopo una ristrutturazione grazie all’aiuto di un’associazione culturale locale.

Oggi, il teatro più piccolo del mondo è aperto nei giorni feriali e nei fine settimana nei mesi estivi (luglio e agosto), mentre negli altri mesi è aperto solo nei fine settimana. Ogni mese ospita spettacoli e performance, così come matrimoni civili, conferenze, incontri e workshop nell’ambito di uno scambio internazionale. Fatti un favore, controllalo e aggiungilo alla tua lista di meraviglie nascoste che hai trovato durante il tuo viaggio.

Nel comune toscano di Vetriano di Pescaglia, in provincia di Lucca, si trova il teatro storico più piccolo del mondo. Il teatro è letteralmente schiacciato dalle case circostanti ed è elencato nel Guinness dei primati per i suoi soli 71 metri quadrati. La gente del posto lo chiama affettuosamente “Bonbonniere”. La base del teatro è a forma di trapezio e ha due file di balconi.

Il teatro fu costruito alla fine del XIX secolo e sul suo palcoscenico in miniatura vengono ancora rappresentati spettacoli e opere. Un altro micro-teatro in Italia si trova nel cuore della valle del Chianti – in un antico castello risalente al 11° secolo. Il teatro stesso fu costruito nel XVIII secolo per intrattenere i proprietari del castello, la famiglia Ricasoli, e i loro ospiti. È interessante notare che il teatro è ancora in funzione, anche se gli spettacoli sono molto rari. Tutte le decorazioni del teatro sono originali, risalenti al XVIII secolo e sono ancora utilizzate per tutte le rappresentazioni.    

Situato nella città di Vetriano (a circa mezz’ora di macchina dalle mura nord di Lucca), il Micoteatro merita una visita dopo aver visto tutte le principali attrazioni di Lucca e dintorni. Il teatro è stato costruito più di cento anni fa e recentemente è stato completamente rinnovato, oggi vi vengono rappresentati spettacoli e opere. Per un biglietto d’ingresso di 5 euro, si ottiene un meraviglioso tour di mezz’ora e un commento verbale sulla storia del teatro. Purtroppo la guida, Cristina, parla solo italiano. Tuttavia, lei ci mette il 110%. Ci sono circa 60 posti a sedere nel teatro perché ci sono 2 balconi. Tutti i posti sono stati donati – uno di loro è stato donato dal figlio di Robert Kennedy. Durante l’ultima ristrutturazione, è stato aggiunto un camerino sotto il teatro. Il locale è molto confortevole e in ottime condizioni e merita sicuramente una visita. Mostra quello che il FAI è riuscito a fare in Italia.

Il più piccolo teatro del mondo

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll to top